CIT in A.S.
AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA
DEL GRUPPO CIT
Società in Amministrazione Straordinaria
Lista PEC Società Gruppo CIT in A.S. e comunicazioni ai creditori
Area creditore
Esecutività Stati Passivi
Cessione di beni immobili del Gruppo CIT in A.S. non funzionali all’esercizio dell’impresa – Immobili di Varese e provincia
Informazioni sulla procedura
Documenti della procedura e incarichi
 

Informazioni sulla procedura


Il Gruppo CIT è strutturato come un complesso di società articolato su 4 diverse aree di business, all’interno del settore del turismo, coordinate da una holding (CIT S.p.A.):

  1. Distribuzione/Agenzie – gestione di una rete di 12 agenzie di viaggio in Italia.
  2. Tour Operating - Italia ed estero (attraverso società controllate in Australia, Argentina e Brasile).
  3. Accoglienza - gestione di 8 strutture ricettive di proprietà (alberghi e/o villaggi turistici) in Italia in: Piemonte (Villaggio/Hotel San Sicario ed Hotel Rio Envers a San Sicario, Torino); Trentino Alto Adige (Hotel Solaria a Marilleva, Trento); Toscana (Hotel Sorgente Roveta a Scandicci, Firenze); Basilicata (Villaggio di Torre del Faro e Hotel Porto Greco a Scanzano Jonico, Matera); Puglia (Villaggio di Santa Sabina a Carovigno, Brindisi); Sicilia (Villaggio di Cala dei Normanni a Calatabiano, Catania).
  4. Sviluppo
    • Poli Turistici Integrati (“PTI”): soggetto promotore di progetti di sviluppo di PTI in Campania (Pietrelcina), Basilicata (Scanzano Jonico), Calabria (Sibari), Puglia (Carovigno) e Sicilia (Calatabiano).
    • Progetto Venezia: sviluppo di un complesso turistico alberghiero di lusso sull'isola di Sacca Sessola a Venezia.

Con decreto dell’8 marzo 2006, il Ministero dello Sviluppo Economico (“MSE”) ha ammesso alla procedura di amministrazione straordinaria, ai sensi dell’art. 2, comma 2 della Legge 18 febbraio 2004, n. 39 (“Legge Marzano”), le società CIT S.p.A. (titolare della cosiddetta “procedura madre”), CIT Viaggi S.p.A., Vacanze Italiane S.p.A., Vacanze Italiane Tour Operator S.r.l. e International Transport S.r.l., nominando commissario straordinario di ciascuna società l’avvocato Ignazio Abrignani. Con sentenze depositate in data 16 marzo 2006, il Tribunale di Milano ha dichiarato lo stato di insolvenza delle stesse società precedentemente ammesse alla procedura di A.S.

Successivamente (tra aprile e giugno 2006), in funzione della gestione unitaria dell’insolvenza, la procedura di amministrazione straordinaria è stata estesa anche ad altre società del Gruppo: Progetto Venezia S.p.A., Mediterraneo Tour & Travel S.r.l., Progetto Italiano S.p.A., CIT Hotels S.r.l., CIT Invest S.r.l., La Compagnia delle Vacanze S.p.A., Electa S.p.A., Synergit Communications S.r.l., CIT Travel Net S.r.l., CIT Travel Cafè S.r.l., CIT On line S.r.l., Engeco General Contractor S.p.A.

In data 4 dicembre 2006 il commissario straordinario Prof. Avv. Antonio Nuzzo ha depositato presso il MSE il programma di ristrutturazione delle società del Gruppo CIT in amministrazione straordinaria (“Programma di Ristrutturazione“), al fine di presentare la via tramite cui verosimilmente realizzare “concrete prospettive di recupero dell’equilibrio economico delle attività imprenditoriali”.

In data 20 dicembre 2006, il MSE ha valutato positivamente la possibilità di “un interesse strategico e concreto alla acquisizione del Gruppo da parte di terzi potendo, in tale ipotesi, le attività imprenditoriali beneficiare di eventuali sinergie ed anzi contribuire in maniera significativa alla crescita della redditività dell’acquirente” e, non ritenendo percorribile la ristrutturazione, ha invitato il commissario Nuzzo a presentare, nel termine di 60 giorni, un programma di cessione dei complessi aziendali.

In data 8 febbraio 2007 il commissario Nuzzo ha dunque proposto al MSE un programma di cessione ai sensi dell’articolo 27, comma 2, lettera a) del decreto legislativo 8 luglio 1999 n. 270 dei complessi aziendali relativi alle società in amministrazione straordinaria del Gruppo CIT (”Programma di Cessione”). In data 26 febbraio 2007, il MSE ha autorizzato l’esecuzione di detto Programma di Cessione.

In data 29 marzo 2007 è stato quindi pubblicato su organi di informazione a diffusione nazionale ed internazionale un “Invito a manifestare interesse per l’acquisto delle attività imprenditoriali del Gruppo CIT in A.S.” Il bando, in ottemperanza al Programma di Cessione, delineava il seguente perimetro aziendale oggetto di vendita:

- Attività imprenditoriali a marchio CIT e Italiatour: gestione del network di agenzie di viaggio in Italia ed attività di tour operating incoming e outgoing;

- Attività imprenditoriali a marchio Vacanze Italiane: gestione delle 7 strutture alberghiere di proprietà “al mare” e “in montagna” (con esclusione dell’hotel Sorgente Roveta a Scandicci, Firenze) e sviluppo dei PTI;

- Attività imprenditoriali relative a Progetto Venezia: realizzazione e valorizzazione del complesso turistico – alberghiero di lusso sull’isola di Sacca Sessola a Venezia;

ed invitava tutti i soggetti interessati all’acquisto delle suddette attività imprenditoriali a manifestare il proprio interesse entro il giorno 16 aprile 2007.
 
Entro il termine stabilito sono giunte 26 manifestazioni di interesse, gran parte delle quali provenienti da primari operatori del settore turistico ed alberghiero.

In data 3 luglio 2007 (come da Regolamento) sono quindi pervenute al Commissario Straordinario 8 offerte per l'acquisto delle attività imprenditoriali del Gruppo CIT in A.S. sulla base delle informazioni di data room (Offerte Preliminari).
In data 20 luglio 2007 il MSE ha autorizzato l'ammissione di 6 dei suddetti soggetti alla successiva fase della Procedura, dedicata a due diligence, management presentation e visita delle strutture ricettive del Gruppo (7 villaggi / alberghi "al mare" e "in montagna" a marchio Vacanze Italiane e l'isola di Sacca Sessola a Venezia).
Terminata detta fase successiva (25 luglio - 6 agosto 2007), il 13 settembre 2007 sono pervenute (come da Regolamento) 3 Offerte Definitive per l'acquisto delle attività imprenditoriali del Gruppo CIT in A.S.
In data 27 settembre 2007 il MSE, acquisito il parere favorevole del Comitato di sorveglianza, ha autorizzato il Commissario Straordinario ad accettare le Offerte Definitive pervenute da Soglia Hotel Group S.r.l. e Aareal Bank AG. Conseguentemente è stata avviata secondo legge la fase di confronto negoziale con le Organizzazioni sindacali interessate.
Il perfezionamento delle cessioni si è svolto secondo le seguenti modalità:

  • in data 23 novembre 2007 è stato sottoscritto un contratto di cessione a titolo definitivo a Soglia Hotel Group S.r.l. per i rami di azienda mobiliare relativi alle attività imprenditoriali a marchio CIT, Italiatour e Vacanze Italiane, ivi incluso tutto il relativo personale aziendale (con effetto 26 novembre 2007), mentre è stato stipulato un contratto preliminare per il trasferimento delle partecipazioni estere (CIT Australia, CIT Brasile e CIT Argentina) e delle cosiddette “componenti immobiliari” del ramo d’azienda a marchio Vacanze Italiane.
  • in data 21 dicembre 2007 è stato sottoscritto il contratto preliminare di cessione delle attività aziendali relative a “Progetto Venezia” a La Sessola S.r.l.
  • in data 27 febbraio 2008 il MSE ha rilasciato al Commissario Nuzzo la necessaria autorizzazione per la stipula del contratto definitivo di cessione delle attività aziendali relative a “Progetto Venezia”; pertanto, il 28 febbraio 2008 Progetto Venezia S.r.l. in A.S. ha ceduto a titolo definitivo il ramo “Progetto Venezia” a La Sessola S.r.l.
  • in data 18 marzo 2008, è stato sottoscritto il contratto di cessione a titolo definitivo delle cosiddette “componenti immobiliari” del ramo d’azienda a marchio Vacanze Italiane.